Pubblicazioni

Resta aggiornato!

Leggi l’ultimo numero

in Primo Piano

Ultime notizie

Scopri tutte le news
turismo_ind

Grandi catene alberghiere e tour operator, ripresi i negoziati per il nuovo Contratto nazionale dell’Industria Turistica scaduto nel 2018

Oltre 200mila le lavoratrici e i lavoratori interessati Per i sindacati urgente definire il rinnovo prima della pausa estiva

eataly_24

Eataly, c’è intesa sul Premio di Risultato 2024: un dodicesimo della retribuzione annua da riconoscere agli oltre 1.300 dipendenti, anche in regime di somministrazione, al raggiungimento degli obiettivi di redditività

Capitale: «Significativo passo avanti per il riconoscimento del contributo dei lavoratori alla crescita e al successo di Eataly»

milano10052024

Europee 2024, a Milano il tavolo di confronto pubblico con i candidati della circoscrizione del Nord Ovest promosso dalla Fisascat Cisl Lombardia

Il monito del sindacato: puntare ad una Europa sociale, compiere fino in fondo il percorso di integrazione, rafforzando un modello di sviluppo inclusivo e partecipativo, generando stabilità geopolitica e maggiore crescita attraverso il lavoro. Procedere a passo spedito verso la costituzione degli Stati Uniti di Europa

atlascopco

Atlas Copco Italia S.r.L., definite condizioni contrattuali di miglior favore per i dipendenti della multinazionale svedese

Premio di Risultato e conversione in welfare, orario di lavoro e salute e sicurezza i punti cardine delle intese tra i sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e la direzione societaria

terzoagidae

Terzo Settore Socio Sanitario Assistenziale, i sindacati presentano la piattaforma rivendicativa per il rinnovo del Contratto nazionale AGIDAE

Roma, 3 maggio 2024 – Presentata la piattaforma rivendicativa unitaria per il rinnovo del Contratto nazionale AGIDAE, applicato ai circa 17mila dipendenti da enti e autorità ecclesiastiche che svolgono attività nei servizi socio sanitari e socio assistenziali educativi. Attenzione rivolta innanzitutto al rafforzamento delle relazioni sindacali, con la richiesta di allargare i perimetri di informazione e confronto e prevedere il rafforzamento della contrattazione, specie di secondo livello, rendendola realmente esigibile e praticabile. Centrale poi il versante economico della trattativa, con l’innalzamento delle retribuzioni anche attraverso la riduzione dell’orario di lavoro e l’istituzione della quattordicesima mensilità. Per i sindacati è prioritario, infatti, intervenire sui salari per rispondere alle spinte inflattive che li hanno erosi. Sulla classificazione del personale i sindacati chiedono un aggiornamento del sistema classificatorio al fine di valorizzare la professionalità, aumentando inoltre le maggiorazioni per il lavoro festivo e notturno e ripristinando il salario di anzianità. Sul mercato del lavoro chiesto il rafforzamento della centralità del lavoro a tempo indeterminato, con il conseguente contenimento dei rapporti di lavoro precari e del part-time involontario. Chiesta anche una revisione dell’orario lavorativo al fine di una migliore conciliazione vita-lavoro e chiesta una specifica regolamentazione contrattuale dello smart working che normi possibilità di accesso all’istituto e diritti, fra cui quello alla disconnessione. Per i sindacati è necessario attuare un allargamento dei diritti e delle tutele dei lavoratori e un generale processo di modernizzazione dei contenuti contrattuali, che tenga in considerazione i cambiamenti di tipo sociale intercorsi nel recente periodo e vada incontro alle esigenze delle lavoratrici e dei lavoratori con particolare riferimento a genitorialità e malattia. Inoltre, viene sottolineata la necessità di rimettere al centro la salute e la sicurezza potenziando l’efficacia dell’azione degli RLS e garantendone il protagonismo. Attenzione anche alla formazione, con la richiesta di riconoscere la centralità del diritto allo studio e potenziare percorsi di formazione anche individuali che favoriscano la crescita professionale dei singoli lavoratori, volti a garantire l’occupabilità degli stessi e prestazioni qualificate. Infine, in materia di previdenza complementare viene richiesto di individuare un fondo negoziale al fine di rendere esigibile l’istituto per tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori.

benzinaegi2go

Egi-2Go, sottoscritto il primo contratto integrativo aziendale per i 251 lavoratori del gruppo attivo sul territorio nel settore della distribuzione carburanti e somministrazione di cibo e bevande

Roma, 30 aprile 2024 - Sottoscritto il primo contratto integrativo aziendale per i 251 lavoratori della società Egi2go Srl, operante sul territorio nazionale nel settore della distribuzione carburanti e somministrazione di cibo e bevande con 40 stazioni e punti vendita in Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Sicilia. Un risultato importante dopo mesi di trattative che stabilisce un solido impianto di relazioni sindacali sia a livello nazionale che territoriale anche per il tramite della costituzione di un coordinamento nazionale di RSU/RSA, composto da due componenti per ciascuna organizzazione sindacale a rappresentanza dei 38 punti vendita su 40 totali in cui il numero dei lavoratori è inferiore a 15 dipendenti, con un monte ore aggiuntivo di permessi sindacali. Vengono garantite 11 ore annuali di assemblea retribuita anche fuori dall’orario di lavoro, su richiesta delle organizzazioni sindacali, attribuendo alle stesse il diritto di convocazione dell’assemblea a livello aziendale, territoriale e nazionale. In tema di contrasto al dumping contrattuale c’è l’impegno dell’azienda a commettere lavoro solo ad aziende che applichino Ccnl sottoscritti da Cgil, Cisl e Uil. Viene sancito l’impegno delle parti al confronto sull’organizzazione del lavoro e sugli organici aziendali, per ogni punto vendita, garantendo una turnazione su 5 giorni lavorativi con una domenica di riposo ogni 4 settimane. Vengono introdotte tutele per la genitorialità con orari flessibili, così come un mese di congedo retribuito aggiuntivo per le vittime di violenza di genere a carico dell’azienda. Viene normato il diritto alla pausa retribuita e quello del tempo tuta, dei trasferimenti e delle trasferte. Viene migliorata la previsione contrattuale sulla percentuale dei lavoratori che possono richiedere ed usufruire dei permessi studio. Viene introdotta e normata la Banca ore solidali e vengono ampliate le casistiche per l’erogazione del Tfr.  Viene migliorato il trattamento economico per le malattie brevi e migliorata la conservazione del posto di lavoro per le malattie lunghe, per gli infortuni sul posto di lavoro e le malattie professionali. Inoltre, il periodo di comporto per malattia e quello di infortunio saranno considerati distintamente. Viene aumentata dal 25% al 30% l’indennità per il lavoro notturno. Il contributo sulla previdenza complementare a carico dell’azienda sarà incrementato dello 0.45% Sulla parte economica viene inoltre introdotto un premio di risultato variabile che consentirà, sulla base del raggiungimento dei parametri, l’erogazione di una quota annuale pro capite massima di 600 euro. Prevista anche l'erogazione di 100 euro di welfare aziendale entro il mese di luglio di ogni anno. Importanti anche le previsioni relative al contrasto ai casi di molestia e violenza di genere, con l’azienda che si impegna a garantire la necessaria tutela al personale che dovesse denunciare tali episodi, oltre a percorsi di formazione dedicati anche su salute e sicurezza. L’ipotesi di accordo sarà sottoposta dalle organizzazioni sindacali firmatarie Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs alla consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori e, all’esito positivo avrà vigenza per il triennio 2024-2026. Le assemblee dovranno svolgersi entro il 1° giugno 2024. Soddisfazione in casa sindacale. «La costituzione del primo contratto integrativo Egi-2Go alla vigilia della festa del lavoro - dichiarano le tre sigle - rappresenta un grande strumento per riconoscere alle lavoratrici e ai lavoratori il ruolo di assoluta importanza all’interno della società, valorizzando il capitale umano come vero elemento di sviluppo e di qualità».

Ultime Pubblicazioni

Progetto Terziario - Gennaio/Febbraio 2023

Documenti

TGLab Magazine
Laboratorio Terziario

TGLab

Resta aggiornato
segui TGLab

Notiziario settimanale web del terziario e del turismo.